Edipo e la sfinge
Eděpo,
gonfi i piedi,
mentre viaggiavi senza meta,
(fra Corinto e Tebe)
non hai visto il mare,
non hai sentito il vento
strusciare le onde,
gonfiare le bianche vele
e le anime dei marinai
(stanchi di mirare le stelle
per segnare la rotta).
Eděpo
(tu nato per uccidere)
hai girovagato senza vedere,
guidato da un fato
ostile all'amore...
Eděpo,
mai amato,
hai cercato di amare...
e ti sei perduto in un abbraccio,
che mai avevi avuto.
Eděpo,
come Tiresia hai trovato veritŕ,
ma io ti vedo ancora vagare
per il mondo, alla ricerca di Amore.
Eděpo...